CuffieHardware

Recensione HyperX Cloud

I videogiocatori pc o comunque chi ha conoscenze in ambito hardware di sicuro conosce il significato della firma HyperX, si tratta infatti nella divisione gaming di Kingston, nata nel lontano 2002.

Fino a poco fa Kingston ha abbinato la firma HyperX solo a componenti hardware come memorie RAM e SSD di altre prestazioni da dedicare al gaming, oggi grazie all’introduzione delle cuffie HyperX Cloud, Kingston allarga la famiglia HyperX anche alle periferiche.

Packaging e Bundle

Partiamo subito con l’analizzare la confezione delle HyperX Cloud, costituita da una scatola di cartoncino sottile con foto e un elenco delle caratteristiche, che a sua volta contiene una ulteriore scatola di cartone spesso e dall’aspetto elegante e ricercato.

Sul retro del coperchio troviamo una dedica di benvenuto nel team HyperX scritta e firmata dal HyperX General Manager Anders “G8V1L1ng” Willumsen.

Tutto il bundle è protetto da poliuretano sagomato e comprende:

  • Un adattatore da jack cuffie e jack microfono ad un solo jack a tre anelli
  • Una prolunga doppia sia per cuffie che per microfono
  • Una prolunga con controller per abilitare o disabilitare il microfono e alzare o abbassare il volume
  • Un jack dual-mono da utilizzare in aereo o in treno
  • Due pad in velluto aggiuntivi come alternativa a quelli in pelle già installati sulla cuffia
  • Un sacchetto imbottito e con tasca accessori
  • Le cuffie HyperX Cloud

Specifiche Tecniche

Cuffie

Transducer type Dynamic Ø 53mm
Operating principle Closed
Frequency response 15Hz–25,000 Hz
Nominal impedance 60 Ω per system
Nominal SPL 98±3dB
T.H.D.
Power handling capacity 150mW
Sound coupling to the ear Circumaural
Ambient noise attenuation approx. 20 dBa
Headband pressure 5N
Weight with microphone and cable 350g
Cable length and type 1m + 2m extension + 10cm iPhone
Connection Mini stereo jack plug (3.5 mm)

Microfono

Transducer type Condenser (back electret)
Operating principle Pressure gradient
Polar pattern Cardioid
Power supply AB powering
Supply voltage 2V
Current consumption Max 0.5 mA
Nominal impedance ≤2.2 kΩ
Open circuit voltage at f = 1 kHz 20 mV / Pa
Frequency response 100–12,000 Hz
THD 2% at f = 1 kHz
Max. SPL 105dB SPL (THD≤1.0% at 1 KHz)
Microphone output -39±3dB
Length mic boom 150mm (including gooseneck)
Capsule diameter Ø6*5 mm
Connection mini stereo jack plug (3.5mm)

Nel dettaglio

Ritengo obbligatorio precisare che le cuffie HyperX Cloud non sono studiate e realizzate dalla sola Kingston, infatti riprendo quello che è un modello già esistente in commercio, ovvero le Qpad QH 90, prodotte dalla ben più esperta Beyerdynamic, azienda che produce cuffie di qualità dal 1924. Non a caso le cuffie HyperX Cloud sono riconosciute da Kingston non solo come un prodotto gaming ma anche come un prodotto “pure hi-fi”.

I materiali e le rifiniture sono di ottima fattura, il rapporto peso / dimensioni è altrettanto ottimo, offrendo la possibilità di utilizzare le cuffie per molte ore senza alcun affaticamento o fastidio.

L’arco si presenta flessibile ma robusto con un design impreziosito dal rivestimento in ecopelle delimitato da cuciture bianche con al centro il marchio HyperX anch’esso in cucitura.

I due diffusori sono muniti di un sistema basculante e snodato che permette alle Cloud di meglio adattarsi alla conformazione cranica di chi le utilizza. Ulteriore confort è fornito dai pad intercambiabili, con due coppie in ecopelle e due coppie in velluto, permettendo di scegliere la migliore soluzione in base alle proprie esigenze.

Il microfono è rimovibile questo a vantaggio di chi intende utilizzare la cuffia nell’uso mobile.

Impressioni d’uso

Grazie all’adozione del formato standard jack 3.5 pollici le Cloud risultano essere compatibili con qualunque dispositivo, permettendoci di testarle in diversi campi d’azione, dal domestico al gaming o anche in mobile, che la sorgente fosse un PC, una console o uno smatphone il risultato è sempre soddisfacente.

Per quanto riguarda la comunicazione abbia fatto alcuni test con Skype, chattato con la videochat Wii U ed effettuato chiamate con il cellulare, in tutti i casi l’audio è risultato chiaro, pulito e privo di interferenze, anche il nostro interlocutore non ha riscontrato non ha rivelato nulla di anomalo, segno della ottima qualità offerta dal microfono.

In campo gaming le Cloud riescono ad offrire un fattore di posizione ottimo, riuscendo a far percepire la direzione dei nemici anche se bisogna ammettere che spesso possono risultare più vicini di quello che effettivamente sono, soprattutto nei casi in cui i raggi d’azione del gioco sono molto ampi, ma nulla che può effettivamente compromettere la giocabilità.

Nel campo audio sono emersi dei piccoli difetti inaspettati, considerando la presenza della dicitura “pure hi-fi”, innegabile la presenza di un leggero rumore di fondo e di bassi non particolarmente profondi ed estesi, queste valutazioni ovviamente sono frutto di un ascolto attento, quindi forse non percepibili dall’utente meno pignolo.

Conclusioni

Le Kingston HyperX Cloud di sicuro sono delle cuffie gaming da tenere assolutamente in considerazione, un po’ meno per chi desidera dedicarle anche all’ascolto di musica. Il bundle in dotazione è sopra la media di questa categoria di prodotto a differenza del prezzo di 80 euro che rientra nella media. La scelta di Kingston nell’affidarsi a un brand esperto come Beyerdynamic per la realizzazione delle HyperX Cloud è una scelta saggia, mentre la presenza sulla confezione della dicitura pure hi-fi non ha ottenuto un riscontro veritiero dai nostri test, motivo per cui non riteniamo aggiudicare un punteggio pieno.

Si ringrazia Kingstone per il sample fornitoci.

Show More

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close