Recensione: DimasTech MINI v1.0

Introduzione

DimasTech System SNC è uno dei più famosi brand Italiani leader nel settore del raffreddamento estremo per CPU, come ad esempio tolotti, phase change e waterchiller.

Le sue origini partono come esperimenti totalmente artigianali, raccogliendo in brevissimo tempo i consensi da parte degli appassionati, giustificati dall’ottima qualità e efficienza dei suoi prodotti.

In base a questo successo DimasTech ha sempre studiato e messo in atto nuovi sistemi e nuovi prodotti espandendosi anche in altri rami del settore, come i sistemi di raffreddamento a liquido e la produzione di banchetti da test.

Già da tempo DimasTech ha messo in commercio le sue soluzioni bench table , prodotti come Easy, Hard, Easy Dual, Easy Hard e Easy Hard Dual; tali soluzioni si sono dimostrate come elementi necessari per l’appassionato che intende effettuare test con sistemi di raffreddamento estremo o per chi ha necessità oltre che alla comodità di avere l’hardware della propria configurazione a portata di mano per la rimozione e installazione di nuovi componenti.

Grazie a DimasTech oggi avremo la possibilità di analizzare il nuovissimo bench table MINI v1.0 , che come facilmente intuibile dalla cifra numerica risulta essere un prodotto facente parte di una nuova catecogia per il brand.

 

Specifiche tecniche

Dimensioni 340mm (Profondità) x 370mm (Larghezza) x 120mm (Altezza)
Materiale Lamiera acciaio spessore 1,5 mm, con taglio laser CNC
Verniciatura Processo di fosfatazione e successiva verniciatura in forno
Compatibilità Motherboard ATX, Full ATX, MicroAtx, XL-ATX, Mini ATX
Supporto periferiche Fino a due periferiche 5,25 pollici e fino a tre dischi rigidi 3,5 pollici con possibilità installazione on the fly di un disco rigido 3,5 pollici o un SSD/disco rigido 2,5″
Supporto per ventilazione braccio pieghevole FlexFan 120 Black V2.0 per una ventola da 120mm
Supperto alimentatori compatibile con alimentatori ATX anche superiori a 22cm di lunghezza
Pannello di I/0 Tasti cablati per reset e power switch, preddisposizione porta USB
Montaggio totalmente tool free Tramite viteria zigrinata passo M3 e 6-32 (passo americano UNC)Piedini in gomma antivibrazione

Packaging e Bundle

DimasTech non è solita spreca fondi per scatole stampate con immaggini che rappresentano il prodotto e il MINI v1.0 non fa eccezione. La scatola è di cartone classico, con inciso solo il logo della società stessa, tuttavia, è in grado di proteggere egregiamente il banchetto durante il trasporto, grazie a varie lastre di polistirolo espanso intagliato che creano delle sedi perfette per tutti i componenti.

Il bandle comprende una staffa di supporto per le schede d’espansione PCI, un FlexFan 120 Black V2.0 che è composto da un braccio pieghevole e da una staffa, quattro piedini in gomma anti vibrazione, due pulsanti con relativi cavetti come START  e RESET,un simpatico barattolino in plastica contente viteria varia con relativi gommini antivibrazione e per finirire i bayer 5.25″ e 3.5″ già installati all’interno del banchetto.

 

Vista ai dettagli

Il banchetto ha una forma quasi quadrata con dimensioni pari a 340mm di profondità , 370mm di larghezza e 120mm di altezza, caratterizzato da una struttura totalmente in acciaio dallo spessore di 1,5mm.

La struttura è suddivida in due pezzi, la base composta da una lastra piana rimovibile e da quello che è il corpo del banchetto composta anch’essa da una sola lastra sagomata, il tutto presenta tagli, bordi e fori effettuati mediante taglio laser che garantiscono una rifinitura estremamente precisa garantendo una qualità eccezionale.

L’ottima cura dei particolare implementata da DimasTech si esprime anche per quello che riguarda la verniciatura a forno con fosfatazione di base che garantisce una robistezza da primato.

Noi personalmente possiamo garantire la qualità della verniciatura, infatti in fase di unboxing abbiamo accidentalmente fatto urtare un componente del bundle sul banchetto e con nostro stupore abbiamo constatato che la vernice non ha subito ammaccature o graffi, nemmeno di piccola entità.

Tra i colori a disposizione, DimasTech offre: Grafite Black, Metallic Gray, Milk Withe, Spicy Red, Aurora Blue e per finire il colore del banchetto a noi analizzato, Sahara Yellow.

La parte frontale del banchetto presenta i due bayer 5.25″ e 3.5″ che possono alloggiare al massimo due drive da 5.25″ e tre da 3.5″, per l’alloggiamto di drive da 2,5” sarà necessario acquistare un adattatore apposito direttamente dal sito DimasTech.

Sempre sul frontale in alto a sinistra troviamo due fori dove noi abbiamo già montato i pulsanti di accensione e reset, l’adesivo del logo DimasTech e subito dopo una predisposizione per una porta USB opzionale, anch’essa acquistabile sul sito DimasTech.

Il lato sinistro presenta il classico alloggio per l’alimentatore e a seguire una serie di fori con gommini anti vibrazione che permetto l’installazione on the fly (rapida o più comunenmente al volo) di un Hard Disk da 3,5” o di una unità da 2,5” come un SSD o un comune Hard Disk per notebook.

Il lato destro causa dimensioni compatte perde quella che era una delle caratteristiche del banchetto EASY e cioè la possibilità d’installare un radiatore per sistemi di raffreddamento a liquido lasciando il posto a una generosa finestra con in basso intagliato nella lamiera il logo MINI del banchetto.

La parte posteriore non presenta nulla di rilevante lasciando un varco per accedere facilmente in fase di cablaggio.

La parte superiore presenta una generosa apertura all’altezza del socket della scheda madre per facilitare le operazioni di rimozione e installazione del sistema di raffreddamento CPU, vari fori filettati per il fissaggio di distanziali Easy Go, capaci di tenerle ben salda la scheda madre al pari dei comuni distanziali a vite ma con il vantaggio di installare o rimuovere la stessa con dei semplici clip.

La scelta dai distanziali Easy Go ha creato inizialmente nella nostra redazione un’aria di scetticismo ma in fase di montaggio ci siamo dovuti ricredere, apprezzando pienamente questa soluzione.

Presenti sulla parte superiore anche numerose aperture posizionate alla periferia della scheda madre, comodissime per il passaggio dei cavi, rendendo il cablaggio molto pulito e ordinato, la presenza del braccio pieghevole FlexFan 120 Black V2.0 per l’installazione di una ventola da 120mm e per finire la staffa di supporto per le schede d’espansione PCI.

Montaggio

Su richiesta dei nostri utenti abbiamo spolverato una motherboard che a molti farà riaffiorare dei bei ricordi di sano overclock, si potrebbe considerare una motherboard dalle grandi occasioni e quale occasione potrebbe essere migliore di questa prova di montaggio hardware su bench table MINI v1.0 di DimasTech, stiamo parlando della DFI Lanparty DK P45 T2RS Turbo moddata con dissipatori Termalright affiancata dai famosi moduli ram Team Group Xtreem anche loro con dissipatori Termalright.

Montare tutti i componenti hardware ha portato via solo pochissimi minuti, infatti non è stato assolutamente necessario l’ausilio di giraviti o altri utensili, in quanto il tutto avviene assolutamente in maniera tool free.

L’alimentatore Enermax Revolution 1250w nonostante le generose dimensioni è risultato di facile installazione in questo banchetto, lascindo abbondante spazio per il passaggio dei cavi.

Abbiamo installato due Hard Disk da 2,5”, uno mediante una nostra riduzione da 3,5” a 2,5” senza ottenere dei buoni risultati estetici, quindi consigliamo di acquistare la riduzione originale DimasTech oppure è possibile optare per l’installazione on the fly offerta dal banchetto, come raffigurato in foto.

Tutta l’installazione hardware è stata molto agevole e dobbiamo ammettere che il risultato estetico risulta veramente gradevole ma colpa sicuramente delle dimensioni compatte che caratterizzano questo bench table abbiamo riscontrato l’impossibilità di inserire il drive ottico a filo del banchetto ottenendo una sporgenza della stesso di un paio di centimetri, situazione totalmente irrilevante per che decide di acquistare una soluzione del genere.

Altra caratteristica che riteniamo sia meglio perfezionare è la staffa di supporto per le schede d’espansione PCI priva di fermi per espansioni libere, infatti riteniamo che nel caso si utilizza una motherboard mini-ATX non sarà possibile installare porte d’espansione o come nel nostro caso potenziometri sulle predisposizioni non raggiunte dalla scheda madre.

 

Considerazioni

Abbiamo ricevuto il banchetto DimasTech MINI v1.0 in anteprima nazionale ma prima di pubblicare questa recensione abbiamo voluto testare a lungo il semple.

Il banchetto grazie alla sue dimensioni compatte non ha occupato molto spazio più spazio sulla nostra scrivania rispetto a un normale case, riuscendo ad accogliere tutto l’hardware che abbiamo desiderato installare, abbiamo anche più volte cambiato interamente configurazione ed ogni volta si è dimostrata un’esperienza semplice e veloce grazie al suo sistema totalmente tool free che ci ha permesso di dimenticare il giravite.

Avere la possibilità ulteriore di inserire drive di memorizzazione on the fly ha reso semplici anche i nostri lavori di recupero dati da Hard Disk smontati da altre configurazioni.

La caratteristica di tutti i banchetti è quella di avere l’hardware totalmente a portata di mano e quindi totalmente scoperto, questo sicuramente agevola la dissipazione del calore ma l’adozione del braccio flessibile FlexFan per ventole da 120mm migliora ulteriormente la dissipazione dei nostri componenti.

La qualità generale è eccelsa con una struttura solidissima con scelta di ottimi materiali lavorati con estreme precisione, da evidenziare la verniciatura che si è dimostrata di una qualità mai riscontrata da noi prima in altri prodotti simili.

Noi di HardwareGeek ci riteniamo molto critici e siamo andati alla ricerca di potenziali punti negativi, trovandoli nel bundle con la mancanza di una porta USB frontale, acquistabile solo separatamente, infatti nel nostro periodo di test abbiamo considerato frustrante dover accedere sempre alle porte posteriori della scheda madre alzandoci quindi dalla nostra sedia per accederci e quindi abbiamo optato per l’utilizzo di una prolunga usb.

Altri fattori sono il drive ottico sporgente e le porte d’espansione libere su slot PCI senza un degno aggancio, tuttavia questi si possono ritenere fattori irrilevanti che chiunque potrebbe risolvere con facilità e siamo sicuri che in prossime revisioni del prodotto DimasTech eliminerà.

Chi troverà vantaggio con l’acquisto di questo nuovo DimasTech MINI v1.0 sarà sicuramente l’utente appasionato che desidera effettuare i propori test con raffreddamento estremo, come l’utente che gradisce l’estestica del proprio hardware o l’utente che necessita di sostituire spesso alcune componenti della propria configurazione, come anche potrebbe essere il tecnico professionista che effettua la diagnosi di componenti diffettosi.

Come ultima analisi abbiamo ricercato e confrontato quelli che potrebbero essere i diretti concorrenti di questo banchetto e con non molto stupore possiamo confermare che per il prezzo di 89,99€ e per le caratteristiche offerte il DimasTech MINI v1.0 al momento non ha rivali meritando pienamente il nostro Award Gold.

Si ringrazia DimasTech per il semple fornitoci.

Commenta la Recensione anche nel nostro “forum”

 

 

About Niko